La Meizoun de Barbamarc - Agriturismo FrancoProuvensal

Dal 27 giugno al 24 luglio 2010, 28 giorni di percorso, 500 chilometri in viaggio tra: Piemonte, Savoia, Alta Savoia, Vallese svizzero, Valle d’Aosta.




Il progetto
La Regione Piemonte ne è l’ente promotore e la Tsambra Francoprovensal, sezione di Chambra d’òc, è l’associazione che l’ha ideato e che lo realizza.
Il progetto trae ispirazione dalla realizzazione dei progetti "L’Occitània a pé" e "Las Valadas Occitanas a pé" e ne utilizza il modello. ( www.chambradoc.it)

Tsamin francoprovensal, cammino nella regione francoprovenzale - Meizoun de BarbamarcUn gruppo di otto camminatori fissi, ognuno con un proprio compito specifico: comunicatori in lingua, giornalista, documentarista, fotografo, guida, ufficio stampa … percorrerà l’intero cammino, chi vorrà potrà accompagnare il gruppo fisso per tutto il numero di tappe che desidera. Gli enti istituzionali, le associazioni del territorio, i testimonials e la gente comune potranno accogliere i camminatori durante le varie tappe organizzando momenti di interscambio.
L’obbiettivo è quello di effettuare una ricognizione territoriale per verificare lo stato della lingua, il suo attuale utilizzo orale e scritto, per ascoltare e raccogliere documentazione riguardante usi, costumi, tradizioni, canto inseriti nel comune contesto montanaro.
In particolare verrà effettuato un lavoro di documentazione delle varie grafie utilizzate ed incontrate sul percorso utili a futuri ragionamenti comuni.

Come già avvenuto per i progetti" L’Occitània a pé" e " Las Valadas Occitanas a pé" la Tsambra francoprovensal pubblicherà giornalmente sul giornale in web Novas d’Occitania il diario di viaggio bilingue (francoprovenzale-italiano) che verrà in seguito pubblicato in cartaceo e tradotto in francese ed inglese, una mostra fotografica e relativo catalogo, la guida dell’itinerario, il documentario di viaggio ed altri materiali utili alla promozione de Lou tsamin francoprovensal.

Tsamin francoprovensal, - Meizoun de Barbamarc Il percorso
Questo percorso ad anello che parte da Susa antica città romana e porta d’Italia, attraversa i più importanti valichi alpini, ci porta nella regione francese della Savoia e Alta Savoia con i suoi magnifici laghi, sosta nei paesi di lingua, tradizione e cultura francoprovenzale vive ed attuali, percorre il maestoso paesaggio della Vanoise ed attraversa la realtà suggestiva degli specchi d’acqua savoiardi girando attorno alle più alte cime europee del massiccio del Monte Bianco.
Attraversa poi il Lago di Ginevra e rientra da Losanna nelle vallate delle montagne del Vallese svizzero per dirigersi ai grandi scenari alpini del Monte Bianco nella Valle d’Aosta, sul Gran Paradiso l’itinerario rientra in Piemonte e chiude l’anello a Susa nelle valli francoprovenzali del Piemonte.

La lingua: il francoprovenzale
Il francoprovenzale è un insieme di dialetti galloromanzi che si parla in tre stati: l’Italia ( Valle d’Aosta e otto valli piemontesi, Svizzera Romanda (tranne il cantone dello Jura) e la Francia: in Savoia, dintorni di Lione, Forez, nord Dauphiné, Bourgogne sud (Bresse, Bugey, Dombe, Beaoujolais) nella Franche-Compté, all’interno del quadrilatero Roanne, Neuchatel, Aosta, S. Etienne.
Le città principali sono Aosta, Ginevra, Losanna, Friburgo, Neuchatel, Sion, Lione, Grenoble, Chambèry, Annecy, Saint’Etienne, Bourg en Bresse, Lons le Saunier e Pontarlier.
In Piemonte è parlato in Val di Susa, Valsangone, nelle valli di Lanzo, Orco e Soana.
La Gallia Lugdunensis ebbe un periodo troppo breve di libertà culturale per sviluppare una vera letteratura francoprovenzale; rimangono poche tracce di testi scritti, furono di solito parlate tramandate oralmente. L’intero territorio non ha mai avuto una duratura unione politica.
La definizione francoprovenzale fu coniata dal glottologo Graziadio Isaia Ascoli nel 1873.
L’area francoprovenzale definisce un territorio che riunisce parlate francoprovenzali chiamate in ambito regionale o locale con nomi diversi: in Francia e Svizzera è usuale definirla Savoiardo, Valdostano, Patois, a nosta moda, maneri…
In Italia la legge 482/99 "norme a tutela delle minoranze linguistiche storiche" definisce questa lingua francoprovenzale.

Per informazioni e per camminare con noi:
info@barbamarc.it - Tel. 334 1945667
www.chambradoc.it

Tsamin francoprovensal, - Meizoun de Barbamarc

DOVE SIAMO

CONTATTACI

NEWSLETTER

EVENTI/NEWS

LINKS

Agriturismo La Meizoun de Barbamarc a Giaglione - Agriturismo FrancoProuvensal





Agriturismo La Meizoun de Barbamarc a Giaglione - Marchio Ospitalità Italiana visita il sito www.qualazampa.it. Il link aprirà una nuova finestra del browser
La Meizoun de Barbamarc - Agriturismo FrancoProvensal - Fraz. S. Chiara GIAGLIONE (TO)
Tel +39 0122629045 / Cell +39 336216763 | E-mail: per evitare spiacevole spamming abbiamo deciso di non pubblicare questo indirizzo in chiaro. Per scrivere all'agriturismo barbamarc Vi preghiamo quindi di copiare ed inserire l'indirizzo nell'apposito campo del Vostro messaggio di posta elettronica